Open Data: cosa sono

Il termine Open Data si riferisce all’idea che certi dati debbano essere diffusi in forma libera e senza restrizioni nel loro uso. Il concetto è parallelo a quelli più conosciuti di Open Source e Software Libero.  Ad estendere l’idea di Open Data ci ha pensato Tim Berners-Lee introducendo, verso il 2009, il termine Linked Data e di conseguenza Linked Open Data.

Secondo Berners-Lee le informazioni non devono essere semplicemente accessibili, ma essere strutturate ed interconnesse tra di loro affinché possano essere processate automaticamente da un computer per essere veramente utili. Solo attraverso la strutturazione semantica e l’interconnessione i dati grezzi acquistano un maggior valore ed un reale significato. Il primo e fondamentale passo verso la pubblicazione dei dati, è di introdurre e pubblicare una Data policy basandosi sui principi fondamentali degli Open data. Secondo questi principi i dati dovranno essere:

– Completi: tutti i dati pubblici devono essere disponibili. Con dati pubblici si intendono tutti quei dati che non sono soggetti a particolari limitazioni per questioni di privacy o sicurezza.

– Base/primari: i dati devono essere presi dalla fonte con la più alta granularità possibile, non devono essere aggregati o modificati in alcuna forma.

– Tempestivi: i dati devono essere resi disponibili il più velocemente possibile per conservare il valore dei dati stessi.

– Accessibili: i dati devono essere accessibili dal maggior numero di utenti e per il maggior numero i scopi.

-Leggibili da un computer: i dati devono essere strutturati affinché sia possibile processarli automaticamente.

– Non discriminatori: I dati devono essere disponibili a chiunque senza necessità di registrazione

– Non proprietari: i dati devono essere disponibili in un formato aperto ovvero dove il controllo sul formato non sia asclusivo di una sola entità.

–  Liberi da licenze: i dati non devono essere soggetti a particolari copyright, brevetti o marchi registrati.

Fonte – https://public.resource.org/8_principles.html

Lascia un commento